L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]

 

L'Ancora d'Argento 2005 a Fausto Paravidino

 
Ovada. È Fausto Paravidino, giovane ma già affermato regista cinematografico, "l'Ovadese dell'Anno" per il 2005, Premio giunto alla 24ª edizione.
A lui quindi la sera di giovedì 15 dicembre, dalle ore 20.30 nell'ambito di una grande festa musicale al Cine Teatro Comunale di corso Libertà delle sorelle Dardano, sarà consegnata l'artistica e pregevole Ancora d'argento, opera artigiana di Barboro Gioielli.
Fausto Paravidino, già brillante attore e regista teatrale, in Italia ed all'estero, nonostante la giovane età, a ventotto anni ha sfondato nel difficile e complesso mondo del cinema al suo primo film, "Texas".
È proprio il film, in programmazione al Comunale un mese fa, che parla di Ovada, di Rocca Grimalda e della zona e che annovera, tra i suoi attori e le comparse, anche diversi ovadesi, cassinellesi e novesi, alcuni dei quali usano il dialetto nei dialoghi cinematografici.
"Texas" è stato presentato, come opera fuori concorso, alla recente Mostra Cinematografica di Venezia, dove ha ottenuto un lusinghiero successo di critica e di pubblico. E sono sorte anche delle polemiche in quanto in diversi hanno detto che il film doveva essere messo a concorso, considerata la sua validità e la bravura dei protagonisti, tra cui Valeria Golino, sempre bella e brava, e Riccardo Scamarcio, giovane attore emergente.
L'Ancora d'argento viene assegnata dal 1982, vicino alle festività natalizie, ad un cittadino di Ovada e della zona o ad un gruppo "che si sia particolarmente distinto nel campo del lavoro, della cultura, del civismo, dell'impegno sociale e della solidarietà umana o che abbia contribuito a portare il nome di Ovada al di fuori dei confini zonali o ancora che si sia reso protagonista di un'azione esemplare, ancorché sconosciuta". Il Premio è attribuito dalla Redazione dell'Ancora, tenuto conto anche delle segnalazioni che giungono annualmente dai lettori e dai cittadini. Quest'anno poi si è registrato un vero e proprio plebiscito a favore della candidatura di Fausto Paravidino. La giuria è composta dal presidente della Società Editrice Giacomo Rovera e dal vice Carmine Miresse, dal direttore del giornale Mario Piroddi e da Enrico Scarsi, Renzo Bottero, Enzo Prato, Franco Pesce, Bruna Ottonelli, Roby Pola, Federico Vignolo, Luisa Russo, Daniela Terragni e Bruno Mattana.
La consegna dell'Ancora d'argento a Fausto Paravidino, "Ovadese dell'Anno" 2005, avverrà dunque la sera di giovedì 15 dicembre al Comunale di corso Martiri Libertà, nell'ambito di una grande serata musicale, organizzata dall'assessorato comunale alla Cultura. Nel corso della serata si esibiranno i giovani allievi della Piccola Orchestra della Scuola di Musica "A. Rebora", diretti dal m.º Ivano Ponte; il Coro delle Voci Bianche e Doppio Coro diretto dal m.º Carlo Chiddemi ed il Coro Polifonico diretto dal m.º Paolo Murchio. In programma musiche di diversi compositori, classici e moderni, da Bach a Vivaldi, da Mozart a Menken, da Lennon e McCartney (due dei Beatles) a Mercury dei Queen. Voci soliste di Eleonora Beltrami, Cristian Moiso e Giorgio Ratto. Solisti strumentali Marta Canobbio al flauto, Fausto Rossi alla chitarra e Lucrezia Senelli all'ottavino.
Nell'occasione del concerto sarà assegnato, da parte della Pro Loco di Ovada e del Monferrato ovadese, un premio alla memoria di Mirko Mazza, indimenticabile "voce" degli Scooters. Quest'anno tocca a Fabio Pizzorno, di Rossiglione, allievo della "A. Rebora" che ha ottenuto il punteggio più alto in un esame al Conservatorio di Stato.

(Red. Ov.)

 

Scrivi alla redazione

L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]