L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]

 

Ricca di successi l'estate di Cairo e della Valle Bormida

  Cairo Montenotte. Ricca di successi l'estate cairese; determinanti sono stati nelle buona riuscita degli eventi il Comune di Cairo, che sempre attivamente promuove e pubblicizza il folklore locale, e le molte associazioni cairesi (pro Loco ed Associazioni dei Commercianti in primis) che anno dopo anno regalano alla popolazione, e non solo locale, un ampissimo ventaglio di manifestazioni ed occasioni d'incontro.
Complici sono inoltre il bel centro storico di Cairo (e delle frazioni), cornice "naturale" per moltissime manifestazioni e la tanto contestata Piazza della Vittoria, luogo ideale per ospitare folle che fino a pochi anni fa risultavano insolite per la Valbormida.
Questa lunga estate di festeggiamenti ha avuto inizio nel lontano mese di giugno, per la precisione venerdì 2; in quella occasione i cairesi, con la collaborazione del Comune di Cairo, della Pro Loco e dell'Avis di Cairo M.tte, hanno potuto ascoltare un bellissimo e rarissimo concerto dei giovani musicisti tedeschi della scuola musicale "Jugendblasorchester", posta sulle rive del Lago di Costanza; la manifestazione è stata ospitata dal Parroco Don Enzo all'interno della Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo, luogo certamente adatto all'esibizione di un'orchestra di quasi 80 elementi. Pochi giorni dopo, nelle giornate di sabato e domenica, doppio appuntamento: per tutta la durata del week end, promossa dal Gruppo Storico di Rocchetta, ha avuto luogo la seconda edizione di "Rocchetta Medievale", manifestazione culturale che ricorda i fatti storici relativi alle famiglie nobili dei Del Carretto e degli Scarampi; in contemporanea, nella giornata di domenica, grande festa dello sport in Piazza della Vittoria. Qui le principali associazioni sportive della Valbormida hanno potuto esporre alla popolazione il proprio operato, offrendo anche ai più piccoli la possibilità di provare attività sportive nuove.
Subito dopo ecco il via libera alle feste del Borgo di Ferrania, da sempre rinomato per la bontà delle sue pietanze e per la bellezza delle manifestazioni culturali offerte; come sempre è stata messa in scena la consueta sfilata storica, affiancata dalla ormai celeberrima Rassegna delle Corali, che ha visto la serata di apertura affidata al celebre spettacolo in musica, intitolato "Musical", diretto dal millesimese Boffa, da molti anni sul panorama musicale ligure e non solo.
L'inizio del mese di luglio è segnato dalle battute conclusive del 16º Torneo Internazionale di calcio; grazie all'impegno di Comune e Cairese Calcio, hanno potuto prendere parte a questa iniziativa moltissime squadre italiane ed estere; al termine del Torneo ha avuto luogo la premiazione in Piazza della Vittoria. La serata, condotta dal noto giornalista e personaggio televisivo Jimmy Ghione, ha visto intervenire sul palco molti volti noti al mondo del calcio e non solo. Premiati infatti l'allenatore di serie A e B Valvassori, l'Amministratore Delegato della Sampdoria Marotta ed un personaggio molto noto, perchè impegnato su moltissimi fronti, Don Gallo.
Pochi giorni dopo, Cairo ha ospitato sempre nell'area di Piazza della Vittoria, la Grande Festa degli Alpini cairesi.
A poco meno di una settimana ecco la prima vera grande prova per la Pro Loco Cairese: la "Sagra della Tira". La tira è un prodotto tipico della Valbormida e da un po' di anni è soggetto di una vera e propria sagra, capace di attirare moltissima gente anche dalla vicina riviera e dal Piemonte; da sempre la sagra non offre unicamente ottime pietanze, ma anche tanta buona musica.
Quest'anno la prima serata è stata affidata a due gruppi d'eccezione, proprio a voler dimostrare quale sia l'interesse da parte di Comune e Pro Loco per questa iniziativa; presenti sul palco gli "Under the tower", gruppo composto interamente da musicisti valbormidesi, che vantano una certa notorietà sulla scena musicale savonese e del basso Piemonte. Vera star della serata è stata però la "Shary Band"; questo gruppo, capeggiato dal noto modello-musicista Shary, vanta infatti serate in tutta Italia, occupando quindi un posto di prestigio fra le maggiori Band italiane del momento.
Le serate seguenti hanno dato spazio alla musica tradizionale, al cosiddetto "Liscio"; la piazza è stata animata dalle note delle maggiori orchestre e dall'allegria degli intervenuti, che hanno potuto ballare grazie ad una pista circolare smontabile.
Sempre in contemporanea alla Sagra della Tira, le vie del centro storico sono state invase dai sapori e dagli odori dei presidi dello Slow Food, un vero e proprio marchio ormai, sinonimo del mangiare sano ed in linea con le tradizioni locali.
La giornata è stata allietata da un quintetto di ottoni, che in modo itinerante ha riproposto brani di musica leggera; il gruppo era inoltre capeggiato dal Maestro Roberto Rebuffello, in arte Fiello, vero patrimonio musicale cairese e star riconosciuta a livello internazionale.
E come un fulmine a ciel sereno, sia per la straordinarietà dell'evento, sia per il fatto che sia stato fatto "a gratis" come lo stesso comico ha sottolineato più volte, voliamo alla serata di lunedì 24 luglio, quando alle ore 21 si è esibito... e sfogato anche in modo colorito, il noto comico Beppe Grillo.
La serata, intitolata "Te la dò io la Valbormida" si inserisce in un tour nazionale dal titolo "La scienza in Piazza", finalizzato ad una maggiore sensibilizzazione dei cittadini verso tematiche quali sviluppo intelligente ed inquinamento.
Il comico genovese spinto dal club savonese "Amici di Beppe Grillo" ha lanciato verso una Piazza della Vittoria gremita e profondamente attenta, grida d'allarme rivolte all'attuale situazione politica attuata nei confronti del difficile caso industriale e lavorativo valbormidese.
Supportato dal Prof. Montanari, illustre scienziato impegnato sul fronte della ricerca, Grillo ha saputo donare a Cairo un'invasione pacifica di quasi 5000 persone, capaci di concedere alla Piazza cairese una ventata di popolarità e marcando un record che forse fino ad oggi la Valbormida non aveva mai raggiunto.
Nella settimana a cavallo del giorno di San Giacomo (25 luglio), ricordiamo i festeggiamenti presso la bella area delle feste di Rocchetta Cairo, frazione assai viva e sempre in fermento grazie alla locale Pro Loco.
Sempre aperto lo stand gastronomico e grandi orchestre per offrire a tutti una serata piacevole ed in allegria.
Ritornando a Cairo ecco di nuovo il centro storico e la piazza protagoniste: questa volta padrona di casa è l'Atletica Cairo che, nella serata del 26 luglio, ha dato via alla grande Stracairo; questa manifestazione, giunta ormai all'ottava edizione, è divenuta anche memorial in onore di Giorgio Veglia; le vie del centro sono così divenute passerella ed occasione d'incontro per campioni e non, tutti però accomunati dalla grande passione per uno sport sano ed accessibile: la corsa.
In contemporanea a questi appuntamenti, in alcuni scorci assai suggestivi del centro storico, quali Piazza Savonarola e Piazzetta Stallani, sono avvenute altre grandi manifestazioni: presso la Galleria Baccino sono state infatti allestite diverse mostre, mentre nella piazza antistante la Biblioteca Civica Rossi, la Pro Loco ha promosso cinque serate di grande musica Jazz e teatro, proponendo nomi importanti del panorama italiano e locale. La serata conclusiva ha visto invece un grande spettacolo teatrale che però ha avuto come collocazione la più ampia Piazza della Vittoria.
Varcata la soglia di agosto, quasi ad essere entrati in un girone dantesco, ci si dirige spediti a quello che è l'appuntamento principe dell'estate cairese: "Cairo Medievale".
Questo appuntamento, celebrativo della festività del Santo Patrono San Lorenzo, è ormai tappa fissa nelle estati dei cairesi; si è sentita un pò la mancanza di quelle maestose sfilate in costume e di quei giochi di luce e suoni che i tamburi e gli antichi costumi sanno donare comunque Cairo Medievale ha saputo offrire ai suoi quasi 20000 visitatori una grande gamma di spettacoli e gustose specialità gastronomiche.
Il direttore artistico Vitali, in comune accordo con la locale Pro Loco, capeggiata dal Presidente Massimo Fracchia, ha posto come tema portante di questa edizione l' inferno; ed ecco che il centro storico e la principale Via Roma si sono ritrovate in un attimo tutte tinte di rosso, illuminate da potenti riflettori distribuiti lungo il cammino dei quasi 20000 Dante che hanno assistito alle sei serate di spettacolo.
Importante anche l'iniziativa dei commercianti, i quali, spinti dal concorso indetto dalla Pro Loco, hanno addobbato le loro vetrine in tema con i principali passi della nota Divina Commedia; non era quindi difficile imbattersi in un immenso Cerbero... di carta pesta però, o in un imponente diavolo...vestito con attualissima biancheria intima.
Come consuetudine, i festeggiamenti sono terminati nella serata del 10 agosto, con uno stupendo spettacolo pirotecnico.
Suggestivo invece l'intervento dei maestri falconieri della Associazione Maestri Falconieri del Re di Poggibonsi (Si), che con i loro falchi, gufi e civette hanno realmente lasciato a bocca aperta i molti spettatori.
Molte le associazioni culturali chiamate per animare le serate; ricordiamo la cairese Uno sguardo dal palcoscenico, la compagnia di musica e giullarate Folet d'la Magra, la Scuola di Circo FLIC della Reale Società Ginnastica di Torino, la compagnia PANTAKIN da Venezia, l'allevamento dei Fieschi di Cairo Montenotte, l'Accademia dei remoti e la confraternita "Ludendo, Intelligo."
Chiusi i battenti nel capoluogo, sono le frazioni che prendono l'iniziativa; ed ecco l'U.P. Bragno che lancia la consueta festa locale, con serate danzanti, tornei di bocce, calcetto e Play Station.
In contemporanea anche la ricorrenza per la festa del Santuario di Nostra Signora delle Grazie; nella giornata di domenica 13 agosto ha infatti avuto luogo la bellissima "Cairo in Bici", che, giunta alla decima occasione, ha promosso in modo non competitivo un bellissimo giro per le strade del comune cairese. Quasi 150 i partecipanti, su un tracciato che ha visto giovani e piccini andare dalla frazione dei Passeggeri alle Ville.
Con "Cairo in Bici" è stato ricordato anche un grande amico, Luciano Ugolini, che ci ha lasciati sei anni fa.
Tra non molto calerà il sipario sull'estate cairese; l'ultimo appuntamento sarà presso la fraz. Ville, con la consueta Sagra di San Matteo.
Bilancio quindi estremamente positivo per questo 2006, bilancio che potrà dare spunti nuovi per il prossimo anno... e che magari renderà più prudenti in alcune scelte.

 

Scrivi alla redazione

L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]