L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]

 

Brachetto d'Acqui e Chianciano Terme
una imperdonabile gaffe

 

Acqui Terme. Una segnalazione in redazione: “Sapete che nella promozione sul web “Brachetto d’Acqui: e tu con chi lo bevi?” per chi vince il concorso è in palio un soggiorno di 4 giorni a Chianciano Terme?”. Lì per lì non ci crediamo. Sarebbe inaudito. Ma per scrupolo controlliamo. È vero! Nel frattempo giungono telefonate e lettere via e-mail di protesta. Qualcuno deve aver avvisato il Consorzio di tutela del Brachetto e nel giro di poche ore sparisce il soggiorno a Chianciano ed appare sul web un soggiorno in una “beauty farm”.
Ogni commento appare inutile. Pubblichiamo una delle mail che abbiamo ricevuto al proposito: «Grazie, Brachetto, per avere il merito di portare il nome di Acqui. Un particolare ringraziamento a colui che ha ideato la campagna promozionale sul Brachetto, in cui si ha la possibilità di vincere un week-end a Chianciano Terme.
Siamo allibiti di fronte a questo terrorismo mediatico.
Grazie in ogni caso a questo genio per averci fatto sentire acquesi facendo leva sul campanilismo. Maurizio Parisio».
Nella mattinata di mercoledì 10 ci ha scritto anche il Consorzio di tutela, che ha tentato di parare i colpi da eventuali critiche in questo modo:
«In occasione della partenza in radio e web della campagna promozionale del Brachetto d’Acqui il Consorzio di Tutela ritiene opportuno fare una precisazione riguardo a quella che potrebbe essere interpretata come una dimenticanza.
La campagna promozionale di rilancio del Brachetto d’Acqui già in atto, che diventerà sempre più importante con iniziative dei prossimi giorni, è frutto di un lavoro iniziatosi già nei primi mesi dello scorso anno e che è stato sviluppato in collaborazione con diversi team di specialisti della comunicazione.
Il protagonista della campagna, il brachetto con il suo territorio, è stato portato su un palcoscenico a livello nazionale per raggiungere una fascia di consumatori che negli ultimi anni ha trascurato il prodotto. Nonostante si sia cercato di coinvolgere operatori e professionalità del territorio in questa importante campagna promozionale, non è stato possibile avvalersi subito già nella fase iniziale della campagna, a causa di problematiche connesse all’avvicendamento della società di gestione, di uno dei simboli della città: le Terme.
I contatti che sono stati instaurati con la nuova società di gestione non si sono potuti concretizzare in tempo utile per farli apparire sin dall’inizio nella campagna di promozione.
A partire dal mese di dicembre ci sono stati diversi contatti, tanto in forma scritta quanto in forma verbale, tra il Consorzio e la nuova società di gestione delle terme per instaurare nuove sinergie di comunicazione a livello di promozione, prospettando un futuro in cui verranno smentiti tutti coloro che maliziosamente pensano che sia impossibile un matrimonio tra i due più importanti prodotti della nostra città: il buon vino e l’acqua termale.
Si è avuta comunque cura di proporre, tra i premi in palio, un soggiorno nella città di Acqui Terme, per sottolineare il legame tra prodotto e territorio.
Ci sembra, comunque, doveroso, visto l’amore che il Brachetto prova e proclama per la propria città, auspicarsi che la campagna di promozione abbia effetto anche sugli operatori del settore di Acqui partner indispensabili per il rilancio del prodotto nel territorio che gli dà i natali».
Senza voler alimentare polemiche, ma chi ha avuto l’idea di abbinare la promozione del vino principe di Acqui e di tutto il suo territorio, che ha come caratteristica principale le millenarie terme, con un soggiorno a Chianciano Terme? Nulla da ridire sui contatti non perfezionati in tempo, ma poteva essere messo in palio qualunque cosa (anche una ricchissima fornitura di vini dell’acquese, oppure abbonamenti per gli autunni gastronomici nell’acquese, o tantissimo altro) ma non un qualcosa che facesse sentire le nostre peculiarità termali di seconda, terza o ultima categoria. (M.P.)

 

Scrivi alla redazione

L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]