L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]

 

Mons. Giovanni Galliano lascia la parrocchia
dopo 51 anni di straordinario servizio

 
Monsignor Giovanni Galliano
Acqui Terme. Anche le favole più belle finiscono. La grande parentesi di vita comunitaria del duomo acquese, improntata dalla presenza ineguagliabile di mons. Giovanni Galliano, sta per terminare.
L'annuncio è stato dato dallo stesso anziano parroco, novantatre primavere compiute, dopo aver concordato con il vescovo Pier Giorgio Micchiardi le modalità del suo ritiro. Un ritiro dovuto a problemi di salute legati alla deambulazione. "La testa funziona ancora, ma le gambe sono un grosso problema ed un parroco che non può andare tra la gente deve lasciare" è stato il commento di monsignore, che lascia con molta tristezza l'incarico che ha ricoperto dal 21 maggio del 1955. E sarà ancora il giorno 21, di ottobre questa volta, a chiudere quella che è stata una stupefacente "avventura".
Alle 18 di sabato 21 tutta la comunità potrà ringraziare monsignore per quanto ha fatto, nella messa di saluto che il vescovo celebrerà in cattedrale.
Non sarà un commiato definitivo, ma solo l'apertura di un nuovo capitolo di un'esistenza che ha del miracoloso e non solo per la longevità del protagonista. "Mi sono dichiarato disponibile per la comunità per tutto quello che ancora potrò fare" ha detto monsignore, che ha scelto di sua volontà di lasciare la canonica e di andare a stare in un alloggio non molto distante dal "suo" duomo ("dalle nuove stanze vedrò sempre il bel campanile della cattedrale"). Qui continuerà a far del bene, dando consigli, mettendo la sua memoria storica, la sua competenza, la sua inarrestabile voglia di fare, a servizio della città, gli auguriamo di tutto cuore, ancora per tanto tempo.
Intanto i suoi ragazzi, domenica 15 ottobre in cattedrale, durante la messa delle 10, gli rivolgeranno un saluto particolare: "vogliamo - ci hanno detto - esprimere a chi è stato nostro parroco e soprattutto guida impareggiabile per tanti anni, i più affettuosi ringraziamenti e la promessa di un imperituro ricordo".
L'Ancora (per quanto tempo è stato il suo giornale!) dedica, da questo numero, a monsignor Galliano, uno spazio aperto in cui chi vorrà potrà portare la propria testimonianza.
Per noi la favola continua. (M.P.)

SPAZIO APERTO
in omaggio a mons. Galliano

Da questo numero L'Ancora dedica, per rendere omaggio a monsignor Galliano, uno spazio aperto in cui chi vorrà potrà portare la propria testimonianza.

 

Scrivi alla redazione

L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA]