L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA] - [MONOGRAFIE]

 

Millenario della nascita di san Guido Vescovo
Il calendario degli appuntamenti

  Sono in pieno svolgimento le celebrazioni del Millenario della nascita di san Guido (1004-2004), Vescovo e patrono della Diocesi di Acqui.
Nell'invitare i fedeli della Diocesi di Acqui (7 zone pastorali distribuite sul territorio di 2 regioni e 5 province, con 115 parrocchie e 165.000 abitanti) a prendere parte alle varie iniziative del Millenario, Mons. Pier Giorgio Micchiardi, attuale Vescovo di Acqui, ha sottolineato la figura di Guido "non come semplice personaggio di altri tempi, ma come anello di una lunga catena grazie alla quale, noi, oggi, possiamo comunicare in pienezza con Cristo. Una figura che ha segnato in profondità il cammino della storia, non solo acquese, senza accondiscendere per nulla alla retorica degli eroi"

Appuntamenti del Millenario

  • Sabato 13 novembre presentazione, presso la Biblioteca del Seminario, dell'edizione del manoscritto del Cartulare del Vescovo Guido d'Incisa (1350-1371) curata da Paola Piana Toniolo per i tipi EIG.

Si potranno visitare

  • la Cappella (con pala del Moncalvo e decorazioni del 1750)
  • il Salone con le effigi dei vescovi
  • il Chiostro dei canonici
  • la Cattedrale
  • la Sacrestia con il famoso trittico del Bermejo
  • la "Mostra di libri antichi, graduali, antifonari e documenti della Diocesi" allestita nell'Episcopio.

La guida

  • San Guido diede grande impulso alle Pievi, molte saranno visitabili. Collocate su importanti vie di comunicazione, un tempo chiese battesimali, furono soppiantate dalle chiese parrocchiali e divennero, in diversi casi, chiese cimiteriali. Itinerari alla scoperta del romanico e del tardo gotico*. È stata realizzata una guida a cinque itinerari, alla scoperta del tardo gotico e del romanico nella Diocesi di Acqui, a colori, di 32 pagine.

I cinque itinerari

  1. Il primo itinerario riguarda l'Episcopio e la Cattedrale di Acqui.
  2. Il secondo Cavatore, Ponzone e la sua Pieve, Malvicino, Arzello, Melazzo paese natale di San Guido, Sassello, Pontinvrea, Giusvalla, Mioglia e Pareto.
  3. Il terzo da Ovada raggiunge Rossiglione, Campo e Masone Tiglieto con la più antica Abbazia cistercense d'Italia, Molare, Cremolino, Morsasco e Trisobbio, Carpeneto, Rocca dei Grimaldi, Silvano d'Orba e Castelletto, Tornese, Casaleggio, Tagliolo e Belforte.
  4. Il quarto dalla pieve di S. Giovanni delle Conche di Calamandrana a Cassinasco, Monastero, Roccaverano, Vesime, Cortemilia e Perletto.
  5. Il quinto inizia da Montechiaro, prosegue a Piana Crixia, Dego, S. Giulia (che conserva i cimeli di S. Teresa Bracco), Cairo, Ferrania, Altare, Mallare, Pallare, Millesimo.

Per informazioni e approfondimenti

(Aggiornato il 22 settembre 2004)

 

Scrivi alla redazione di Acqui Terme

L'ANCORA settimanale di informazione [VAI ALLA PRIMA PAGINA] - [MONOGRAFIE]